subscribe: Posts | Comments | Email

Interstellar

0 comments

Un film di Christopher Nolan. Con Matthew McConaughey, Anne Hathaway, Jessica Chastain, Michael Caine, John Lithgow.  Fantascienza, USA 2013. Durata 169 minuti.

 

In un futuro non troppo prossimo, la terra, divenuta sterile a causa di una malattia che uccide le piante e riempie l’aria di azoto, sta diventando inospitale per gli esseri umani.

Mentre tutti coltivano i campi, cercando di strappare loro quello che si può, un’unità della NASA lavora nell’ombra per trovare un altro pianeta che possa ospitarci.

Intanto nella casa di Cooper, un ex astronauta che non ha mai avuto modo di andare nello spazio, succedono strani fenomeni: nella camera della figlia, Murph, i libri cadono, sembra, seguendo una sequenza ben precisa.Interstellar2

Un giorno, durante una tempesta di sabbia, Cooper si accorge che la polvere, a causa di un’anomalia gravitazionale, disegna nella polvere un codice binario: sono coordinate geografiche.

Lui e la figlia le seguono e arrivano al laboratorio segreto della NASA, dove il professor Brand e sua figlia Amelia stanno cercando di costruire una nave spaziale in grado di portare in salvo gli esseri umani su un pianeta ospitale, in un’altra galassia.

Ciò è reso possibile dall’apertura di un warmhole, posto vicino Saturno, un cunicolo spazio-temporale che permette di proiettarsi da un punto all’altro dell’universo, a distanze altrimenti impossibili.

La presenza di Cooper è una manna dal cielo: serve un astronauta in grado di condurre una nuova esplorazione alla ricerca del pianeta perfetto. Già in dodici, infatti, sono partiti nel corso degli anni, ma solo da tre sono pervenuti segnali positivi.

Con la prospettiva di dare un futuro ai propri figli, Cooper accetta di partire insieme ad Amelia e ad un team di scienziati, per una missione al limite dell’impossibile.

Questa è la storia molto in sintesi del film, che in realtà dura 169 minuti e si muove tra universi paralleli, buchi neri e quinta dimensione. Spiegarla è complicato, eppure gli autori sono riusciti a rendere intellegibili teorie così complesse che al solo pensiero fanno venire il mal di testa.

E lo sono anche per i bambini. I miei figli (12 e 10 anni) non hanno fiatato, sono rimasti a bocca aperta e il giorno dopo sarebbero tornati a vederlo.

Un’occasione notevole per parlare loro di spazio, di scienza, di rispetto per il nostro pianeta, ma anche per riflettere su questioni fondamentali, quali l’amore, il coraggio, l’altruismo.

Il film è molto emozionante. Nella scena del decollo sembra di essere a bordo della navetta.

La narrazione è così composta e priva di sensazionalismi che sembra quasi un documentario.

Il suggerimento +13 (anni) non è dovuto, quindi, né a scene di violenza, né di sesso, ma solo, a parer mio, a una sottovalutazione delle capacità intellettive dei bambini.

Simona Rivelli, scrittrice, autrice, blogger scriveremirendefelice.it

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *