subscribe: Posts | Comments | Email

Into the woods

0 comments

Scritto da James Lapine, ispirato al leggendario e omonimo musical di Stephen Sondheim, che debuttò nel 1986 vincendo premi per la migliore colonna sonora, miglior libretto, e miglior attrice protagonista, “Into the woods” è un film in cui il lieto fine è solo l’inizio….

Con la regia di Rob Marshall (Chicago, Pirati dei Caraibi: Oltre i confini del mare) è interpretato da:

Meryl Streep nei panni della strega,, Emily Blunt, (la Moglie del Fornaio), James Corden (Il Fornaio), Anna Kendrick (Cenerentola), Chris Pine, (Il Principe Azzurro), Tracey Ullman (La Madre di Jack), Christine Baranski (La Matrigna di Cenerentola), Lilla Crawford (Cappuccetto Rosso), Daniel Huttlestone (Jack),Mackenzie Mauzy (Raperonzolo), Billy Magnussen (Il Principe di Raperonzolo), Tammy Blanchard (La sorellastra Florinda), Lucy Punch (La sorellastra Lucinda) e Johnny Depp (Il Lupo Cattivo).

Trama: tutto comincia con un desiderio: “I Wish..” cantano i vari personaggi  presentandosi ciascuno attraverso  ciò che desidera  più della vita stessa e,  per poterlo realizzare, tutti si avventurano nel bosco: Cenerentola per andare al ballo; Cappuccetto rosso per raggiungere la nonna; un bambino per portare la sua mucca, Biancolatte, al mercato, dove dovrà venderla suo malgrado; un fornaio e sua moglie per cercare ciò che serve alla Strega per rompere l’incantesimo che impedisce loro di avere un figlio e iniziare una famiglia.

Nel bosco le loro vicende si intrecciano con quelle di Rapunzel, figlia della strega che l’ha  rinchiusa in una  torre e, tra principi esilaranti che cantano la loro “Agony” perché non riescono a raggiungere e avere le loro amate,  lupi cattivi, matrigne e sorellastre,  lo sviluppo delle storie e gli incontri tra i personaggi , poco fiabeschi e molto reali, porteranno alla scoperta delle conseguenze dei propri desideri e a capire fino a che punto si è disposti a spingersi per realizzarli.Into the wood 2

Il percorso nel bosco infatti, smuovendo ogni certezza, mostra ciò che accade dopo l’immancabile “e vissero felici e contenti”,  portando al  confronto con il senso di colpa, con le difficoltà dei rapporti fra genitori e figli, con il passaggio all’età adulta e con la differenza tra i sogni e la realtà quotidiana.

E’ un film pieno zeppo di significati e spunti per una moltitudine di tematiche, dal rapporto genitori figli al rapporto di coppia; dai condizionamenti culturali alla conoscenza di sé e di cosa si vuole; dall’educazione all’ascolto e al potere dell’esempio (si canta: “ attenti a quello che diciamo, i nostri figli ci ascoltano; attenti a quello che facciamo, i nostri figli ci osservano; facciamo in modo che non vivano sotto il potere di un incantesimo..”); dalla percezione della solitudine alla consapevolezza di non essere mai soli; dall’attitudine a cercare un colpevole e quindi un caprio espiatorio quando la situazione sfugge di mano alla presa di coscienza delle proprie responsabilità; dalla fiducia alla conoscenza dei rischi e dei pericoli.

Ciò che si trova in questo bosco è un viaggio nella magia e nell incanto, tipici  delle fiabe e dei musical,  reso possibile dalle performance degli attori,  bravissimi,  che si completano l’uno con l’altro, sia dal punto di vista vocale che recitativo.

Lo stesso viaggio che tra  risate ed emozioni ci accompagna per due ore in una fantastica metafora della vita reale!

Daniela De Santis, psicologa del lavoro, esperta in Formazione, sviluppo competenze e crescita personale

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *