0

La sposa cadavere

Un film di Tim Burton, Mike Johnson. Titolo originale Corpse Bride. Animazione. durata 75 min. – Gran Bretagna 2005

TRAMA: Victor è un ragazzo timido e impacciato, figlio di ricchi mercanti, che sta per prendere in sposa Victoria, la figlia di una nobile famiglia in declino finanziario. Il matrimonio è combinato e i due sono preoccupati per il loro destino, ma nel momento in cui si conoscono nasce subito per loro l’Amore.
Ma Victor preso dall’emozione combina molti guai e la famiglia di lei lo rimanda a casa, dicendogli di ripresentarsi solo quando avrà imparato il giuramento di nozze.
Vagando nottetempo per un bosco, con l’anello di fidanzamento alla mano, Victor studia il suo discorso, finchè nel pronunciarlo non infila la fede a quello che crede essere il ramo di un albero, ma che si rivela quale il dito rinsecchito di un cadavere. Alla fine del giuramento la terra trema e il cadavere si risveglia, nelle vesti di una giovane donna vestita da sposa.
Victor, terrorizzato, desidera solo tornare dalla sua Victoria, ma la sposa cadavere, Emily, lo porta con sé nel regno dei morti. Victor riesce a fuggire, convincendo Emily di volerla presentare ai suoi genitori, ma in realtà corre dalla sua amata Victoria a raccontargli la sua storia e l’amata gli crede.
Emily però lo raggiunge e lo riporta con sé nel mondo dei morti. Nel frattempo Victoria fa di tutto per aiutare il suo amato, rivolgendosi anche al sacerdote della sua comunità che la riporta ai genitori dandole della pazza.
Nel regno dei morti Victor incontra il cocchiere appena morto della famiglia di Victoria e scopre che la sua amata è stata promessa in sposa al ricco forestiero Lord Barkis. Disperato decide di rendere valido il suo matrimonio con Emily celebrando un matrimonio nel regno dei vivi e bevendo del veleno per morire ed appartenere così per sempre al regno dei morti e ad Emily.
Victoria invece sposa, sotto costrizione, il perfido Barkis.
Nel bel mezzo del banchetto di nozze, però i morti risalgono “Al piano di sopra” tra i vivi attraverso il camino della casa di Victoria per celebrare la festa di matrimonio tra Victor ed Emily e destando stupore e spavento tra i vivi presenti, ma facendo anche ritrovare per un momento alle persone vive amici e parenti già partiti per l’Aldilà.
Nel caos generale Victoria segue i morti fino alla cappella del cimitero, dove stanno per celebrarsi le nozze tra Victor ed Emily e dove Victor sta per bere il veleno…riuscirà a impedire il matrimonio?

Un cuore può ancora spezzarsi una volta che ha smesso di battere?

E DOPO PARLIAMO: dei legami tra vivi e morti. Nel film si vede un bambino che ritrova il suo cagnolino e il suo nonno nella scena in cui i morti arrivano alla festa di nozze.
Inizialmente si spaventa ma poi è sopraffatto dalla gioia di ritrovarsi. Possiamo cogliere questa occasione per spiegare ai nostri piccoli che le persone che non ci sono più e che abbiamo amato, vivono ancora nel nostro cuore e che un giorno forse potremo riabbracciarli. Che non dobbiamo avere paura dei morti, perché i morti non sono altro che le persone che hanno vissuto con noi e non ci sono più.

NOTE: Vedere il film potrebbe essere molto utile per quei bambini che hanno affrontato la loro prima perdita. Un nonno o anche solo un animale caro. Una buona occasione per parlarne senza timori e comprendere il loro stato d’animo.

CURIOSITA’: Il film trae ispirazione da una leggenda ebreo-russa del XIX secolo.
Alcune scene del film rendono omaggio a classici del cinema, rievocando Via col Vento, Cenerentola e altri film di animazione diretti da Tim Burton.

 

 

 

 

0 Condivisioni