0

Skyfall

Un film di Sam Mendes. Con Daniel Craig, Judi Dench, Javier Bardem, Ralph Fiennes, Naomie Harris. Azione, durata 143 min. – USA, Gran Bretagna 2012. – Sony Pictures

TRAMA: C’era una volta James Bond. Indossava lo smoking come Spiderman veste la sua tutina blu e rossa, e, come un supereroe, le sue imprese erano al limite dell’umano, caratteristica che, unita a un umorismo leggero e scanzonato, a un potere praticamente illimitato sulle donne e ai suoi gadget tecnologici, lo faceva perennemente muovere su una linea sottile al confine del ridicolo, nel quale, però, non cadeva mai. E noi tutti lo adoravamo.
Quel Bond non c’è più. Sparito con il pensionamento di Pierce Brosnam, sostituito da un agente 007 intimista, serio anche quando scherza, sofferto. È il personaggio di Daniel Craig, nato, secondo quanto affermato dalla produttrice della serie Barbara Broccoli, dopo quanto accaduto l”11 settembre.

Skyfall appartiene sicuramente a questo nuovo modo di leggere Bond, anche se si alleggerisce molto, rispetto a Casino Royal e Quantum of solace.
Ne esce un action movie niente male, in cui vediamo 007 alle prese con le conseguenze di scelte fatte in passato da M, anche se, invece di essere Bond, potrebbe trattarsi di qualsiasi altro film del genere.
Ma che il destino di 007 sia quello di rinnovarsi è indubbio: con Skyfall, infatti, vanno in pensione un altro paio di personaggi a cui eravamo affezionati, ma non vi diciamo di più, per non svelarvi troppo.

E DOPO PARLIAMO: di come l’intelligenza, l’astuzia finiscano per prevalere sulla forza; del fatto che le scelte, specie quelle più ambigue e difficili, comportino sempre delle conseguenze.

NOTE: James Bond non è notoriamente un “pettinatore di bambole”, ma il film è girato alla vecchia maniera, quando la violenza non veniva esibita. C’è una scena di sesso nel film, che dura un paio di fotogrammi ed è velata. Anche se Bond è un film visto dai bambini, i trailer che lo precedono non lo sono affatto: ricordatevi, nel caso decideste di andare, di applicare i suggerimenti della perfetta mamma al cinema.

CURIOSITA’: Daniel Craig per girare Bond si è preparato per sei mesi dedicando due ore al giorno al lavoro in palestra. In questo film ha partecipato attivamente alla produzione, scegliendo il regista premio oscar Sam Mendes e Javier Bardem nel ruolo del cattivo. La sigla iniziale vale da sola il prezzo del biglietto e non solo per l’emozionante canzone di Adele, ma anche per la bellissima grafica.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *