0

Nigtmare before Christmas

Film del 1993 genere animazione, horror, musicale della durata di 76 min. diretto da
Henry Selick, ideato e prodotto d a Tim Burton

TRAMA: Jack Skeletron è il re delle zucche, leader indiscusso nel tetro mondo di Halloween ma non è soddisfatto e realizzato perché sente che nella sua vita manca qualcosa. Nel cercare cosa possa essere questo qualcosa si imbatte, attraversando una porta, nel mondo del Natale e, colpito dai colori e dalla gioia che pervade ogni cosa, decide che…se ne occuperà personalmente, dando così il via ad una serie di eventi che sconvolgeranno gli equilibri delle due dimensioni provocando un disastro.
Lo aiuterà Sally, una bambola di pezza segretamente innamorata di lui, prigioniera del suo inventore, uno scienziato pazzo, dal quale riesce a fuggire grazie al suo spirito ribelle e coraggioso. Grazie a lei Skeletron scoprirà, che non di qualcosa aveva bisogno, ma di qualcuno.

Eppure ci dev’essere una qualche maniera logica di spiegare questa cosa del Natale

E DOPO PARLIAMO: del rapporto tra diversità e normalità e delle conseguenze che derivano dall’abbandonare i propri panni per calarci in ruoli che non ci appartengono e di accettazione e valorizzazione delle differenze; del principio per cui tante delle cose che “funzionano” e che magicamente colorano la nostra vita non sono il risultato della somma dei singoli elementi che le compongono, ma qualcosa di più e di diverso che ha a che vedere con la forza che tiene insieme tutte le parti, così come il re di Halloween non può capire il Natale semplicemente analizzando palline e decorazioni o facendosi costruire una slitta per andare a distribuire regali o indossando l’abito di Babbo Natale.

CURIOSITÁ: l’ispirazione che ha portato Tim Burton a scrivere la poesia da cui ha poi avuto origine Nigtmare before Christmas è stata la sostituzione dei gadget di Halloween con quelli natalizi in una vetrina di un negozio, ai tempi in cui lavorava alla Disney

NOTE: Per realizzare il film, interpretato da pupazzi di plastilina, è stata utilizzata la “stop motion”, tecnica cinematografica che consiste nel fare una serie di scatti da mettere poi insieme uno dopo l’altro grazie al montaggio in post produzione

 


0 Condivisioni