1

Noi siamo infinito

Noi siamo infinito è un film di Stephen Chbosky. Con Logan Lerman, Emma Watson, Ezra Miller, Mae Whitman, Kate Walsh. Titolo originale The Perks of Being a Wallflower. Commedia, durata 103 min. – USA 2012

Trama: Charlie è un ragazzo molto intelligente, ma allo stesso tempo timido e insicuro. Durante il suo primo anno di liceo due ragazzi dell’ultimo anno, Sam e il suo fratellastro Patrick lo prendono sotto la loro ala protettrice; nascerà una grande, importante amicizia. Allo stesso tempo, il suo professore di inglese, il sig. Anderson lo introduce

“Perchè io so che ci sono persone che dicono che queste cose non esistono, e che ci sono persone che quando compiono diciassette anni dimenticano com’è averne sedici; so che un giorno queste diventeranno delle storie e le immagini diventeranno vecchie fotografie, e noi diventeremo il padre o la madre di qualcuno, ma qui, adesso, questi momenti non sono storie, questo sta succedendo, io sono qui, e sto guardando lei… ed è bellissima. Ora lo vedo: il momento in cui sai di non essere una storia triste, sei vivo, e ti alzi in piedi, e vedi la luce dei palazzi, e tutto quello che ti fa stare a bocca aperta. E senti quella canzone, su quella strada, insieme alle persone a cui vuoi più bene al mondo, e in questo momento, te lo giuro, noi siamo infinito!”

al mondo della letteratura, facendo nascere in lui il sogno di diventare scrittore. Nonostante Charlie sia felice, il dolore del suo passato, segnato dal recente suicidio del migliore amico Michael e dall’accidentale morte di una sua cara zia, lo tormenta ancora e quando i suoi amici più grandi si preparano a lasciare il liceo per il college, l’equilibrio precario del ragazzo inizia a sgretolarsi, fino a palesare una dolorosa verità

E dopo parliamo di: amicizia. Quanto l’adolescenza sia una età difficile, in cui tutto è bello e drammatico, in cui pare nessuno ti capisca; ed invece è importante non tenersi tutto dentro, confidarsi, parlare di tutto ciò che inquieta.

Note: l’adolescenza al cinema è un tema ostico. A parlarne si rischia di degenera

re nella commediaccia oppure nel dramma strappalacrime. Chbosky compie un mezzo miracolo. L’adattamento del suo libro omonimo è destinato a diventare culto.Un film da vedere senza alcun dubbio con i propri figli, sincero, che parla di una età tostissima con una delicatezza ed una umanità rara. Una pellicola nostalgica e struggente che conquista ed arriva diritta al cuore. Mi sbilancio dicendo che forse è uno dei dieci film più belli dell’anno. E chi è stato “ragazzo da parete” verserà anche qualche lacrima.

Curiosità: il film, oltre che per la sceneggiatura perfetta, si distingue per un cast a dir poco sorprendente. Bravissimi i tre attori principali. Logan Lerman, già protagonista della saga di “Percy Jackson”; Ezra Miller che duettava con Tilda Swinton in “E ora parliamo di Kevin”, e Emma Watson, che dimostra come dalla saga di “Harry Potter” sia uscito un vero e proprio fiore. Ma bravissimi anche gli adulti Paul Rudd già protagonista di commedie un pochettino più sboccate, nei panni del sensibile professore di inglese che incoraggerà Charlie a seguire il proprio sogno, ed i genitori di Charlie Dylan McDermott e Kate Walsh che dimostra, anche solo per una breve momento, di essere qualcosina di più della protagonista di “Private Practice”. Strepitosa colonna sonora.

 

 

 

0 Condivisioni

1 thought on “Noi siamo infinito”

  1. Questo film è a dir poco SPLENDIDO. Concordo con tutto cio’ che hai scritto, in particolare il tema dell’adolescenza raccontata con sapienza e un cast eccezionale.
    Ho passato gran parte del film ad osservare, compiaciuta, la capacità dei protagonisti, giocani ma attori dentro, come da tempo non se ne vedevano! Da vedere, veramente.
    alessandra

Comments are closed.