0

Lie to me

Si tratta di una serie televisiva statunitense, andata in onda dal 2009 al 2011, che ha come protagonista l’attore britannico Tim Roth.

Il disclaimer a inizio programma consiglia la visione a un pubblico adulto, ma, in realtà, non ci sono scene particolarmente violente, anzi.

Lie to me, infatti, è un poliziesco, ma un po’ inusuale.

Ispirata alla figura del dottor Paul Ekman, psicologo studioso del comportamento umano, a cui si devono degli importanti studi sulle emozioni e sulla universalità della loro manifestazione nelle espressioni del viso e nell’atteggiamento del corpo, la serie racconta le indagini dello psicologo Cal Lightman, consulente dell‘FBI e, a seconda dei casi, del tribunale, del procuratore o degli avvocati, e del suo studio.

La sua specialità è quella di scoprire le menzogne, attraverso i movimenti involontari di viso e corpo. Per questo motivo, se pure si tratta di indagini di polizia, non si indugia in particolari truculenti e, molto spesso, le indagini non vertono neppure su omicidi.

In ogni episodio i casi su cui si indaga sono due e ciò rende un po’ più complessa la trama, che, per questo motivo, qualche volta può essere di difficile comprensione (ma basta un po’ d’aiuto).

Oltre ad essere un momento di svago e divertimento da condividere con i propri figli, è importante vederlo insieme, perché Lie to me insegna ai bambini a prestare attenzione ai dettagli (magari, guardate voi i primi minuti per capire se può esserci qualcosa di poco adatto a un bambino).

Non soltanto per scoprire le menzogne: imparare a decifrare emozioni pericolose come la rabbia nel proprio interlocutore è sicuramente uno strumento prezioso per imparare a difendersi. Il tutto senza instillare nel bambino la paura, ma semplicemente attraverso la conoscenza.

Certo Cal Lightman è esagerato, praticamente infallibile, mentre nella realtà scoprire le menzogne e cogliere le espressioni è sicuramente più complicato (a detta anche dell’originale, Paul Ekman, che per la serie televisiva ha rivestito il ruolo di consulente), ma ciò che è importante è cominciare a prestare attenzione a ciò che accade intorno e state sicuri che, dopo qualche puntata, i vostri bambini si trasformeranno in investigatori delle emozioni e dovrete stare bene attenti a quello che direte loro.

(nell’episodio 17 della 2 stagione si vede un uomo morto nella vasca da bagno)

 

 

 

0 Condivisioni