0

Barbie e l’avventura nell’oceano

Titolo originale: Barbie in a Mermaid Tale

Anno 2010 – USA

Diretto da Adam L. Wood

Durata: 75 minuti

Trama: Meriliah è una sedicenne campionessa di surf. Insieme alle sue amiche vive una normale vita da giovane sportiva sulle spiagge di Malibu. Tutto cambia quando, durante una gara, inizialmente cambia colore di capelli, poi, immergendosi in acqua e seguendo un delfino, si rende conto che può respirare in immersione e, anche, di poter parlare con quel pesce che la porterà, successivamente, a scoprire il mondo di Oceania. Ma non finisce qui perché tornando alla sua vita sulla terra ferma e interpellando il nonno che l’ha cresciuta, scoprirà di essere mezza sirena. Il nonno le racconterà l’assurda storia che il figlio, padre di Meriliah, gli confessò prima di morire, ossia quella di essersi innamorato di una sirena. Da quella relazione nacque una bambina, provvista di gambe, che venne consegnata all’incredulo nonno dalla madre della piccola. Quella sirena era anche la regina del regno di Oceania e quindi la figlia, mezza umana e mezza sirena, ne avrà di cose da scoprire nel suo nuovo mondo…

Dopo parliamo: Un film per parlare delle differenze che ci contraddistinguono, che siano  fisiche, etniche, di pensiero o ancora di religione; e di quanto proprio queste diversità possano essere fonte di ricchezza. Nella diversità c’è la forza dell’unione, della scoperta. La diversità in noi stessi, ma anche negli altri è fonte di cambiamento e di crescita. Non bisogna allontanarla né e averne paura, ma incontrala, conoscerla e riconoscerla per evolversi.

Curiosità: La bambola più venduta al mondo è nata nel 1959. L’idea venne alla moglie di uno dei fondatori della Mattel, Ruth Handler, che, osservando la figlia giocare con bamboline di carta, suggerì al marito la creazione di bambole con l’aspetto da adulte. L’idea inizialmente non entusiasmò l’uomo che, infine, decise di elaborare il prototipo e di commercializzarlo. La prima Barbie del ’59 aveva un costume zebrato e i capelli neri legati; fu costruita in Giappone e ne furono venduti 350mila esemplari. Il valore di questa bambola, venduta in origine al prezzo di tre dollari, è oggi di 3.552,50 dollari.

Note: E’ il diciassettesimo film della fortunata serie Barbie, iniziata nel 2001 con Barbie e lo schiaccianoci. Nel 2012 è uscito Barbie e l’avventura nell’Oceano II.

 

 

Carlotta Urbani, giornalista professionista, designer di gioielli per passione, ha fatto parte per molti anni della redazione della trasmissione di Radio 1 RAI Permesso di soggiorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *