0

Barbie la Principessa e la Pop Star

Anno 2012 – USA

Regia: Ezekiel Norton

Durata: 86 minuti

Trama: Nel fantastico mondo di Meribella si incontrano la principessa Tori e una famosa pop star del momento, Keria.Le due ragazze sono incredibilmente simili tranne nel colore dei capelli e negli abiti, ovviamente, ma entrambe desiderano per un giorno vivere la vita dell’altra. La pop star stanca della sua vita frenetica vorrebbe essere servita e godere lo sfarzo di un magico castello; la principessa, invece, stanca delle pressioni che incombono sul suo ruolo, vorrebbe cantare e provare le emozioni del palcoscenico. Guarda caso capita che si incontrano al castello di Meribella durante un festeggiamento ufficiale e le due decidono di scambiarsi la vita, complice una spazzola e un microfono, magici ovviamente…

Dopo parliamo: Partendo dalla condizione privilegiata delle due protagoniste che, nonostante tutto, riescono a desiderare la vita dell’altra, è una storia che potrebbe far riflettere proprio sui privilegi che si hanno.  Sulla comprensione del valore di ciò che si ha a disposizione, ma che non si riesce a vedere. Della serie: chi si accontenta gode, ma solo se si rende conto di ciò che ha.

Curiosità: nome completo di Barbie: Barbara Millicent Roberts. Barbara era il nome della figlia degli Handler, cofondatori della casa Mattel, che proposero l’idea della bambola. La Barbie è stato il primo giocattolo ad utilizzare la pubblicità televisiva in modo strategico e i risultati sono evidenti visto che la casa ha dichiarato che vengono vendute tre Barbie al secondo.

Note: E’ il 23° film della serie Barbie, iniziata nel 2001 con Barbie e lo schiaccianoci. Il film prende spunto, nello scambio dei ruoli, come la precedente Barbie – La principessa e la povera, dal romanzo di Mark Twain del 1881, Il principe e il povero.

 

 

Carlotta Urbani, giornalista professionista, designer di gioielli per passione, ha fatto parte per molti anni della redazione della trasmissione di Radio 1 RAI Permesso di soggiorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *