0

Into darkness

Un film di J.J. Abrams. Con John Cho, Benedict Cumberbatch, Alice Eve, Bruce Greenwood, Simon Pegg. Titolo originale Star Trek Into Darkness. Fantascienza, durata 132 min..USA 2012

TRAMA: durante una missione il capitano James Kirk, per salvare la vita al signor Spock, contravviene alla prima direttiva della Federazione. Il vulcaniano, incapace di mentire, scrive una relazione dettagliata sull’accaduto e Kirk viene sollevato dal comando dell’Enterprise.

Reintegrato come primo ufficiale, viene convocato ad una riunione dell’Alto consiglio della Flotta Stellare, presieduto dall’ammiraglio Marcus, convocata in seguito ad un attentato terroristico ai danni di una sede di Londra, ad opera dell’insorto agente della Federazione, John Harrison.

Durante la riunione vengono attaccati dallo stesso Harrison.

Nella circostanza, l’ammiraglio che avrebbe dovuto comandare l’Enterprise al posto di Kirk viene ucciso e Kirk chiede a Marcus di essere riammesso al comando della nave con Spock come secondo, per poter inseguire Harrison su Kronos, capitale della Federazione Klingon, dove il fuggiasco ha trovato riparo.

L’ammiraglio acconsente. L’ordine è quello di gettare dei siluri, di cui viene munita l’Enterprise, nella zona in cui si nasconde Harrison, che risulta essere disabitata. In realtà non lo è e Kirk, che ancora una volta contravviene agli ordini sbarcando su Kronos per catturare il fuggitivo, viene catturato dai Klingon, insieme ad alcuni membri dell’equipaggio. Harrison interviene e da solo uccide tutta l’unità nemica. Poi si consegna al capitano, quando riceve conferma che i 72 siluri sono a bordo della nave.

“Io non so quello che dovrei fare, so solo quello che posso fare”

Una volta prigioniero, Harrison confida a Kirk di chiamarsi in realtà Khan e di essere un superuomo modificato geneticamente, così come gli altri 72 del suo equipaggio, crioconservati e “inscatolati” nei siluri, le cui capacità sono state asservite allo spirito guerrafondaio del comandante Marcus, che lo ricattava minacciando l’incolumità dei suoi, poiché intende portare guerra ai Klingon. A questo proposito ha fatto costruire un’astronave, la Vengeance, più grande e più potente dell’Enterprise, che ora si lancia al loro inseguimento.

L’Enterprise è gravemente danneggiata e Kirk, aiutato da Scott che si trova a bordo della Vengeance, decide di attaccare l’ammiraglio dall’interno, aiutato da Khan.

Khan, però, non è animato dalle migliori intenzioni e Kirk si troverà, una volta morto Marcus, a fronteggiare un superuomo dotato di intelligenza, poteri e cattiveria sovraumana.

Il coraggio di Kirk e Spock e l’affetto che li lega permetterà, però, di salvare la nave e il suo equipaggio.

E DOPO PARLIAMO: di amicizia; di logica e cuore: persino il gelido Spock in questo film si piega alla forza delle emozioni; di coraggio; di come la violenza generi rabbia e desiderio di vendetta e di come, se si cede a questo impulso, si finisce per diventare come coloro che lo hanno scatenato.

NOTE: cresciuta a Star Trek prima generazione, non posso fare a meno di preferire la caratterizzazione psicologia di quel James T. Kirk, che prendeva sì decisioni infrangendo le regole, ma che non era certo mosso da una certa dose di spacconeria come l’attuale. Fatta questa premessa, Into Darkness è davvero un bel film di fantascienza, con un ritmo ben serrato, immagini di qualità e un buon mix di azione e sentimento. Adatto anche ai piccoli, anche se devo segnalare una scena in cui si capisce, ma non si vede, che un cranio viene stritolato dalla forza sovraumana di Khan.

CURIOSITA’: Tra i famosi edifici del futuristico skyline di San Francisco, si può ammirare l’Hemisfèric, una sala cinematografica IMAX, del famoso architetto Santiago Calatrava, che in realtà si trova a Valencia, all’interno della Città delle arti e delle Scienze.

 

 

 

0 Condivisioni