0

Rio 2 Missione Amazzonia

Un film di Carlos Saldanha

Sempre nell’ambito del Future Film Festival, sabato 5 aprile si è  tenuta a Bologna, alla presenza del suo regista, l’anteprima italiana di “Rio 2 missione Amazzonia”. Noi di “Mamme al cinema” c’eravamo..ecco le nostre impressioni.

Al cinema succede raramente che il secondo capitolo sia addirittura migliore del suo predecessore. L’impresa è riuscita a “Rio 2”, sequel delle avventure del pappagallo Blu raccontate in “Rio” nel 2011.

In questa seconda avventura ritroviamo Blu felicemente accasato con Jewel e padre di tre vispissimi pappagallini. Dopo aver visto Linda e suo marito Tullio durante un servizio televisivo girato in Amazzonia dichiarare di aver avvistato un altro esemplare di macao blu e di voler proteggere l’ipotetico stormo dai disboscatori, Blue, di indole non propriamente selvaggia, accetta di lasciare Rio con la famiglia e partire per l’Amazzonia. Scopo del viaggio ritrovare le proprie origini perdute, aiutando i loro amici umani.Insieme ai loro amici volatili partono quindi alla volta della foresta dove scopriranno di non essere i soli 5 macao blu sulla terra, ma di avere addirittura una famiglia…e per Blu, pappagallo cresciuto tra gli agi, non sarà facile abituarsi ad una nuova vita. I loro pazzi amici, intanto,  sono alla ricerca di una idea grandiosa per il prossima spettacolo di Carnevale..

Se già “Rio” era un piacevolissimo intrattenimento per tutta la famiglia, con questo “Rio 2 – missione Amazzonia” Carlos Saldanha alza decisamente l’asticella del divertimento. “Rio 2” è, prima di tutto, una vera e propria esplosione di colori, vivi e brillantissimi. La ricostruzione  di ambienti e personaggi è perfetta, ottimo anche il 3D, nessun fastidio né a me nè, soprattutto, alla piccola, per la prima volta alle prese con la terza dimensione al cinema. Ma “Rio2” non è solo gioia per gli occhi unita a perfezione tecnica.

Saldanha e i suoi partono da uno spunto molto semplice, dietro al quale vi è comunque un messaggio importante ovvero la salvaguardia  della natura, per raccontare una storia davvero divertente.

I personaggi sono simpatici ed assai ben caratterizzati; sia alcune vecchie conoscenze, come gli strepitosi Nico e Pedro, sia le new entry, tra cui meritano una menzione d’onore la tenerissima rana Gaby ed il burbero suocero di Rio, non proprio convinto delle qualità del genero, un pò troppo “cittadino” per i suoi gusti.

La foresta ed i suoi abitanti sono protagonisti di una vicenda che a non conosce cadute di ritmo ed attimi di noia, finendo con il divertire grandi e piccoli. Alcuni momenti poi sono davvero esilaranti, su tutti il “casting” svolto da Nico e Pedro tra gli animali per cercare i protagonisti del prossimo spettacolo “col botto” previsto per il Carnevale, veramente simpaticissimo.

Menzione speciale poi ad una colonna sonora destinata a diventare cult.

I ritmi caraibici sono strepitosi,  i numeri musicali sono davvero irresistibili, si fatica davvero a stare fermi sulla sedia.

Insomma, mi si perdoni l’entusiasmo, ma ho trovato “Rio 2” assolutamente stupendo. Imperdibile,  una vera festa poetica e divertentissima, da  mostrare ai bambini ma adattissima anche a chi di bambini non ne ha.

 

 

 

 

Ilaria. Mamma prima di tutto. Con l’amore per il cinema. Blogger per passione. Diciamo che ho trasferito l’abitudine di annotare i film che mi sono piaciuti (e quelli che mi hanno deluso) dal quaderno piccolo ad un quaderno un po’ più grande. A futura memoria (cinquecentofilminsieme.altervista.org)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *