0

Amore, cucina e curry

Un film di Lasse Hallström. Con Helen Mirren, Om Puri, Manish Dayal, Charlotte Lebon, Amit Shah.  Titolo originale The Hundred-foot Journey. Commedia, durata 122 min. – USA2014. Esce giovedì 9 ottobre 2014

Se avete amato Chocolat, troverete Amore, cucina e curry delizioso.

Lo so: accostare i due film è banale e fin troppo facile. Lo è perché entrambi sono firmati dallo stesso regista, Lasse Hallström, ed entrambi sono basati su delle storie costruite con gli stessi ingredienti: il gusto, l’amore, i problemi di integrazione. Il tutto condito da una deliziosa ambientazione: un paesino di poche anime, da qualche parte nel sud della Francia.

Ma se pensate che i due film siano uguali, vi sbagliate: come con olio, farina, sale e lievito si possono fare sia i panini all’olio che la pizza, così i due film raccontano due storie decisamente diverse, anche se con lo stesso ritmo leggero e frizzante, che ti fa uscire dalla sala con un umore allegro e positivo.amore cucina e curry protagonisti

Hassan (Manish Dayal) è un giovane cuoco indiano che, per motivi politici, è costretto a fuggire dall’India con quel che rimane della sua famiglia (suo padre, un fratello e una sorella, perché la madre, dalla quale ha imparato a cucinare, muore in un incendio doloso). Dopo aver vagato un po’ per l’Europa, la famiglia decide di fermarsi in un paesino della Francia, Saint Antoine Noble Val, e di aprire un ristorante, la Maison Mumbai, proprio di fronte a un rinnomato ristorante francese, Le Saule Pleureur, gestito da un’algida Madame Mallory (Helen Mirren), dove si serve cibo raffinato ascoltando Mozart.

La Maison Mumbai, grazie all’intraprendenza del patriarca indiano, da tutti conosciuto come Papa, e l’innegabile abilità culinaria di Hassan diventa presto un temibile concorrente del ristorante di Madame Mallory.

Mentre tra lei e Papa scoppia una “guerra” a colpi di musica indiana e “sgambetti” al mercato, Hassan si innamora di Marguerite, una cuoca della Sale Pleureur, che lo inizia alla cucina francese.

La situazione, però, ben presto sfugge di mano a Madame Mallory, che, pentita, inaugura una nuova stagione di scambi e collaborazioni, ridisegnando il futuro, non solo lavorativo, di Hassan e la sua famiglia.

Un film per tutti, per parlare di integrazione e differenze culturali, ma anche di come sia facile, una volta intrapresa la strada dei dispetti, innescare un’escalation di violenza. E , per finire, di come il successo senza l’amore sia, per rimanere in tema, come un Mont Blanc senza panna (o un pollo tandoori senza spezie).

Dopo il film, naturalmente, avrete l’acquolina in bocca, così vi proponiamo una ricetta da fare con i vostri bambini, il pollo al curry e limone, ispirata al film, per imparare giocando.

Acquista su Amazon.it

Scrittrice, life coach, parent e teen coach. Per saperne di più visita il profilo Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *